La penultima pillola in Più | Categorie: Politica, Economia&Aziende

Dopo BPVi e Fiera alla morte di Vicenza mancano solo la retrocessione del Vicenza e la cessione di Aim

Di Pietro Cotròn Sabato 13 Maggio 2017 alle 23:04 | 1 commenti

Dopo il flop della Banca Popolare di Vicenza e l'esternalizzazione della Fiera di Vicenza per la morte di Vicenza mancano solo la conclusione negativa della stagione del Vicenza Calcio della micro era Pastorelli, per ora peggiore addirittura di quella per lo meno lunga di Cassingena, e la cessione di Aim Vicenza all'Agsm Verona.

Non sarebbe una cessione perchè la multiutility vicentina sarebbe valutata nella newco addirittura il 42% (per il peso della sua redditività) e non solo il 33% (per l'ammontare del suo fatturato rispetto a Verona)? Ma va là! I 41 punti del Vicenza Calcio, se rimarranno minori di quelli di Trapani, sempre Lega Pro significano. A meno che... A meno che al fotofinish dell'ultima partita non risorga l'orgoglio del vecchio Lane (sempre che scoppi il Trapani) e a quello della firma definitiva non arrivi il niet di Verona: il 42% simbolico Flavio Tosi lo lascia pure a Vicenza, ma lui vuole più poltrone per il futuro suo e deis uoi uomini da non più sindaco. W i progetti sportivi, senza soldi, e piani industriali, senza visioni strategiche!

Leggi tutti gli articoli su: Aim, Vicenza Calcio

Commenti

Inviato Domenica 14 Maggio 2017 alle 07:29

Ma c'è la prospettiva di arricchirsi: Variati si dimette e la città gode!
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Lunedi 26 Giugno 2017 alle 21:05 da kairos
In Matrimonio Aim-Agsm, dopo il ballottaggio di Verona riparte la corsa contro il tempo
Gli altri siti del nostro network
Pagine